Cosa c’entrano i social network con le imprese?

Sembra che la moda del momento sia quella di portare i social network all’interno delle imprese. Se ne parla parecchio su internet -ovviamente- e sui giornali. Ma a pensarci bene la questione è esattamente al contrario, portare le aziende fuori dal confine che si sono create.

I social network, ma più in generale tutta internet, rappresenta un nuovo ambiente in cui le imprese devono imparare a vivere per sfruttarne appieno le opportunità che offre.

Quali sono queste opportunità? A cosa “servono” i social network?

L’aspetto principale che dovrebbe spingere verso i social network è la creazione di un brand attraente. Ehi! Un momento ho detto “brand”?! Per me il “brand” è il modo in cui un’azienda appare agli occhi delle persone. Penso in particolare alle persone al di fuori dell’azienda, ma non escludo quelle che ci lavorano all’interno.
Se sei simpatico le persone ti stanno vicino, se non sei simpatico si tengono alla larga. L’essere “simpatico” o meno può dipendere da molti fattori: come ti vesti e come di poni, cosa dici e cosa non dici, cosa fai e come ti comporti. Per un’azienda non è molto diverso.
Internet e i social network sono ambienti in cui questi aspetti non possono essere falsati, pena l’essere sbugiardati al mondo, ma in cui possono essere in qualche modo controllati e, all’occorrenza, l’ingresso in questi ambienti può perfino essere un’occasione per rinnovarsi.

Ovviamente potremmo pensare che siano una grande occasione per creare quella vetrina che abbiamo sempre voluto per la nostra azienda. Ma sono molto di più, perché quella vetrina può aprirci al mondo. Quindi se stiamo cercando un modo per raggiungere nuovi clienti consideriamo il fatto che i nostri clienti potrebbero diventare nostri partner e nostri alleati. Sono moltissimi gli esempi di come il pubblico abbia dato feedback alle aziende per migliorare prodotti e servizi.
Apertura e forza che consentono di richiamare nuove energie benefiche, come partner e collaborazioni proficue.
Mentre normalmente siamo abituati a lavorare (sia collaborare che vendere servizi e prodotti) con le persone con le quali abbiamo avuto un contatto diretto, questi ambienti ci consentono di raggiungere nuove persone. Il problema però è il modo in cui internet funziona: è più facile trovarti se ti dai da fare e dialoghi con il tuo pubblico per cercare di aiutarlo. Sottolineo questo aspetto relativo al beneficio che dobbiamo portare ai clienti perché è proprio quello che consente di entrare in risonanza con loro e di far amplificare la tua voce attraverso quella dei “clienti soddisfatti” che parlano di te a loro volta.

A questo punto di solito si sollevano tre obiezioni.

1. E’ solo una moda. Se fino a qualche anno fa lo si poteva pensare, ora non è più così. E’ ormai sotto gli occhi di tutti che i social network stanno sempre più affermandosi come IL mezzo per entrare in contatto con il mondo. Chi non ne prende atto ora rimanda solo l’inevitabile.

2. I miei clienti non usano internet. Può darsi. Ma ne siete proprio sicuri? Potrebbe essere che stiano cominciando a capirne le potenzialità e stiano iniziando ad usarlo. Quando lo faranno di prassi, se non ci sarete, per voi sarà troppo tardi. Inoltre è possibile che conosciate bene i vostri clienti, ma credo che vi farebbe piacere averne di nuovi, conoscete perfettamente anche quelli?

3. Le relazioni umane sono più importanti. Assolutamente vero, infatti i rapporti su internet non devono sostituire quelli di persona, che restano comunque i più solidi e soddisfacenti, ma devono affiancarli per creare nuove occasioni di incontro.

Chiudo con un’avvertenza. Essere presenti sul web richiede tempo. Essendo una piazza globale, il fatto che voi apriate una porta su questa piazza non vi garantisce immediatamente visibilità e un ritorno. E’ necessario molto lavoro e concentrazione, un po’ di pazienza e tanta costanza. Ma alla fine i risultati si vedono e possono dare grandi soddisfazioni.

Articolo pubblicato anche su: http://blog.teamforce.it/