Knowledge Management

Per mantenere un’elevata competitività su un mercato sempre più globale, interconnesso e dinamico è essenziale ottimizzare i processi per renderli altamente efficienti, sfruttare al massimo le risorse a nostra disposizione ed essere capaci di sviluppare continuamente nuove soluzioni.

Inoltre la crescente complessità dell’ambiente produttivo richiede che le aziende abbiano un’intelligenza più ampia e profonda di quella del singolo, del quale comunque devono saper impiegare al meglio le capacità.

Pertanto utilizzare efficacemente la conoscenza acquisita e generarne di nuova diventa un asset fondamentale per il successo delle organizzazioni e la collaborazione e la capacità di condividere informazioni, conoscenza ed esperienza assume un ruolo centrale per il successo del gruppo e dell’intera organizzazione. L’efficienza dei processi dipende anche dalla disponibilità delle informazioni giuste al momento giusto e dalla capacità di ognuno di mettere al servizio di tutta l’azienda le proprie conoscenze professionali specifiche.

La gestione della conoscenza è un approccio all’organizzazione dell’impresa che permette di accrescere e rafforzare la confidenza nella propria strategia di sviluppo in quanto consente di:

  • sapere quali conoscenze sono disponibili, e quali mancano
  • sapere dove trovare all’interno e all’esterno dell’azienda le informazioni necessarie
  • avere una maggiore fiducia nelle fonti disponibili
  • trovare e selezionare velocemente quanto è necessario sapere, evitando un sovraccarico di informazioni (Information Overload) che potrebbe rallentare la capacità di elaborazione
  • impiegare al meglio le informazioni e l’esperienza disponibili per il successo dell’impresa

 

Giorgio Borgonovo è un ingegnere che da anni con passione propone e sviluppa nuove soluzioni per migliorare la gestione della conoscenza all’interno delle aziende, ottimizzare i processi utilizzati per trasformare i dati in informazioni facilmente fruibili dai team e trovare gli strumenti che consenta loro di condividere la conoscenza acquisita per capitalizzarla e consolidarla all’interno dell’impresa.

Questo approccio produce tra l’altro una vivace comunicazione verticale da cui deriva una maggiore velocità nell’adattare la strategia ai cambiamenti delle condizioni in cui l’azienda opera, in risposta sia agli stimoli del mercato esterno sia dei feedback delle persone all’interno.

Una volta vinta l’iniziale riluttanza alla condivisione del sapere (per la quale è necessario imparare ad affrontare costruttivamente tematiche riguardanti il cambiamento) ne beneficiano anche i gruppi di lavoro che grazie alla disponibilità di informazioni più precise e complete possono aumentare la propria capacità produttività e creatività.

Le ricadute positive si fanno sentire anche nella soddisfazione dei singoli che sentendosi maggiormente parte di una squadra sono più aperti alla creazione di un nuovo tessuto sociale partecipativo e propositivo.

Non ci sono soluzioni definitive, ma ogni soluzione deve essere concordata con il cliente sulla base del suo modo di lavorare e dei suoi obbiettivi.

Giorgio Borgonovo può dare supporto per:

  • Progettare una governance delle comunità di pratica efficace, in linea con la strategia dell’azienda
  • Gestire la conoscenza, l’informazione e i dati con gli strumenti e i modi più idonei
  • Gestire il cambiamento necessario