Le tecnologie da tenere d’occhio

Se vi state chiedendo quali sono queste benedette tecnologie digitali che ci stanno cambiano la vita ve ne cito qualcuna, giusto per far venire l’appetito (o, se preferite, di farvelo apssare): Mobile Internet, Intelligenza artificiale, Internet of Things (Internet delle cose, spesso abbreviato con IoT), Cloud, Robotica, Big Data e Social Media.

A complicare la questione c’è il fatto che possono essere mescolate tra loro come gli ingredienti di una formula magica così da formare infinite combinazioni e infinite pozioni possibili. Qualcuna può spaventare e può essere che nasconda effettivamente dei rischi, ma come qualsiasi altra novità, non era così per la fotografia, il telefono, la televisione o internet?

Mobile internet

Ci ostiniamo a chiamarli “telefoni”, ma onestamente bisogna riconoscere che sono ormai molto di più: sono il nostro calendario, la nostra macchina fotografica, la nostra centrale di telecomunicazione, il nostro quaderno degli appunti, il nostro assistente personale in moltissime attività (impegni, fitness, dieta, guida, acquisti, ecc.), sono il nostro portafogli, il biglietto per l’aereo o il treno, libri, giornali,…

Avete un dubbio? Chiedete a Google o a Wikipedia.

Volete comprare qualcosa? Probabilmente date un’occhiata ad Amazon.

Volete l’opinione di un’amica per le scarpe che state comprando? Gli fate una foto e gliela mandate.

Siete felici? Dovete dirlo a tutti su Facebook.

Dappertutto, in qualsiasi momento.

Intelligenza Artificiale

Quando ero giovane (ormai molti anni fa) sognavo di avere una macchina intelligente sempre accanto a me per aiutarmi nel mio lavoro che parlava e si comportava come un essere umano. In realtà il tipo di intelligenza artificiale che abbiamo oggi è piuttosto diversa, ma la tecnologia non ha ancora finito di stupirci.

Pensate a SIRI di Apple, sembra effettivamente un’assistente con cui possiamo parlare e chiedere alcune informazioni.

Ma ci sono già un’infinità di altre applicazioni che sono meno appariscenti. Il navigatore sul cellulare, ad esempio, che vi propone una strada diversa se quella che state percorrendo è troppo trafficata. Oppure pensate alla reazione dei vostri avversari artificiali quando giocate al computer.

Internet of Things

Immaginate. Avete una riunione domani alle 9, perciò mettete la sveglia alle 7 per arrivare in tempo. La sveglia è collegata a internet così “sa” che piove e il traffico è più lento del solito perciò suona un quarto d’ora prima per consentirvi di arrivare in tempo. Nel frattempo la caffettiera vi prepara un bel caffè e la macchina si mette in moto così da essere pronta alla partenza, mentre voi vi ascoltate le ultime notizie mentre siete ancora in bagno.

Cose che dialogano con altre cose per servirvi a aiutarvi a vivere meglio.

Ah, e ovviamente leggete il giornale sul vostro tablet mentre la macchina vi porta a destinazione.

Cloud

Quando si parla di cloud (nuvola) non ci si riferisce al tempo atmosferico, ma essenzialmente a tre tipologie di servizi digitali:

  1. conservare i file su internet per averli sempre disponibili su qualsiasi dispositivo
  2. lavorare ad un file contemporaneamente insieme ad altri che si possono trovare dall’altra parte del mondo
  3. condividere la potenza di calcolo di grandi calcolatori per condividerne la potenza raramente sfruttata al massimo.

Il limite è ovviamente costituito dalla banda disponibile per la connessione.

Avete mai provato a lavorare a quattro mani sulle stesso documento insieme ad un collega vedendo sullo schermo cosa sta facendo nel momento in cui lo sta facendo? E’ un modo meraviglioso di lavorare insieme, se vi capita date un occhiata a Google Documents.

Robotica

Qualche tempo fa ho visto un video incredibile di un drone, pilotato da una persona, che filmava ciò che gli stava intorno mostrandolo su uno schermo a terra, poi ripeteva il percorso da solo senza bisogno del pilota.

Potete immaginare una cosa del genere che sorveglia frane, costruzioni e aree mandando allarmi quando cambia qualcosa?

Ormai credo che tutti abbiate visto gli aspirapolvere robotizzati o i tagliaerba che fanno da soli. Costano poche centinaia di euro, ed è solo l’inizio.

Anche la vostra autovettura di cui parlavamo poco fa a proposito di “Internet of things” è un robot.

Big Data

Avete notato che sempre più spesso la pubblicità sui siti web richiama cose che avete cercato precedentemente su internet? Sembra quasi che vi conosca e conosca i vostri gusti, non è vero?

Sfruttando la conoscenza delle vostre azioni è possibile anticipare i vostri bisogni grazie all’esperienza fatta con altre migliaia di persone prima di voi. Pensate ad un sistema che può trovare l’esperto che vi serve per risolvere un problema dentro o fuori alla vostra organizzazione o suggerirvi articoli che possono interessarvi che riguardano il lavoro che state facendo.

E’ probabile che abbiate un’incredibile mole di informazioni nascoste in qualche cassetto (ops, pardon disco, server, storage system) che messe insieme, elaborate e capite potrebbero consentirvi di predire il futuro (o quasi).

Social Media

I Social Media sono un simpatico mix di alcune delle tecnologie digitali di cui abbiamo parlato fino a qui e permettono a persone sparse in tutto il mondo di connettersi e comunicare.

Riuscite ad immaginare cosa si può fare quando è possibile a mettersi in contatto praticamente con chiunque ovunque? Se hai bisogno di un esperto puoi trovare quello che fa per te. Se vuoi condividere un’esperienza ecco che puoi trovare altri con la tua passione. Se vuoi imparare qualcosa ecco che puoi trovare chi può spiegartela, puoi imparare dai migliori ovunque si trovino, non solo da quelli vicino a te. Ma puoi anche essere tu l’esperto ed entrare in contatto con le persone a cui puoi essere utile e così facendo far crescere la tua “reputazione“.

I social media permettono una comunicazione su scala mondiale e una completa interazione.

(Disponibile in inglese)